Il viaggio di
Martina

AMSTERDAM, 23-24 giugno

Famiglia / 3 persone / dai 9 ai 30 anni

Martina, suo marito Michele e la loro figlia Emma di 9 anni, partono per Amsterdam con la voglia di conoscere la città, visitando i luoghi e svolgendo attività adeguate anche per la piccola di casa.

 

Il primo giorno...

Arrivati ad Amsterdam, la nostra famiglia decide come prima tappa del loro viaggio di raggiungere la zona della scuola e della piazza dove giocava Anna Frank. La visita si rivela molto emozionante e corredata dai nostri racconti in merito, ad esempio riguardanti la storia della statua, che rappresenta Anna che guarda per l’ultima volta in direzione della sua casa natale al numero 37 di Merwedeplein prima di andare incontro al suo triste destino.

I nostri viaggiatori decidono poi di terminare la visita in questa parte di Amsterdam, ripercorrendo la strada che ogni mattina la bambina faceva per andare a scuola, nel cuore del quartiere di Rivierenbuurt, costruito per ospitare il villaggio olimpico per le Olimpiadi estive del 1928.

Stanchi del viaggio e ancora emozionati per ciò che hanno visto, Martina e la sua famiglia decide poi di ritornare verso l’albergo così da trascorrere tranquillamente la serata in vista delle attività della domenica.

Siete stati preziosi,
grazie a questo magnifico servizio

Il secondo giorno...

Per iniziare al meglio il secondo giorno nella capitale olandese, Michele ci chiede dove è possibile gustare un buon caffè espresso. La nostra risposta non esita ad arrivare e forti dell’apprezzamento anche di altri turisti italiani, consigliamo loro di raggiungere Adesso Espresso a Staalstraat.

Subito dopo è finalmente arrivato il momento di conoscere meglio la città.

Punto di partenza: il Magna Plaza, in origine l’ufficio postale di Amsterdam e ora centro commerciale, ma che mantiene ancora ben visibile il suo stile neo-rinascimentale.

Si prosegue quindi verso la Westerkerk; proprio qui vicino, Martina e la sua famiglia restano affascinanti da una delle caratteristiche case galleggianti, così, visto il loro interesse, consigliamo di raggiungere e visitare il museo a loro dedicato a Prinsengracht.

La giornata continua cercando di soddisfare anche le richieste della piccola Emma ed infatti la prossima destinazione è Vondelpark, il parco più grande di Amsterdam, all’interno del quale consigliamo di raggiungere il Groot Melkhuis, perfetto per i grandi che possono bere qualcosa e ideale per Emma che può liberamente giocare.

Dopo il pomeriggio trascorso nella grande area verde, Michele ci chiede qualche consiglio su dove cenare e in particolare dove poter assaggiare la cucina tipica olandese. La nostra proposta viene accolta con entusiasmo e come dei veri padroni di casa ci occupiamo di riservare a loro un tavolo nel ristorante scelto.

A fine serata giunge infine il momento di salutare tutta la famiglia, che ci chiede prima un ultimo consiglio sulla loro tappa del giorno successivo, ovvero Arnhem, e poi ci ringrazia calorosamente per la nostra utilità e preziosità